Il cacciatore di aquiloni – Khaled Hosseini

1213
Il cacciatore di aquiloni

Recensione di “Il cacciatore di aquiloni”:

“Un libro indimenticabile, emozionante come pochi.”
Isabel Allende

Racconta la storia di Amir ed Hassan amici fraterni ed esperti nell’arte di far volare gli aquiloni. La storia è ambientata a Kabul, capitale dell’Afganistan, dove i due ragazzi vivono e dove annualmente si svolge una competizione di volo degli aquiloni. La competizione molto popolare diventa un’occasione per Amir di recuperare l’attenzione e l’amore del padre con la vittoria. Durante la competizione accade un evento traumatico all’ amico Hassan a cui Amir assiste senza però agire per paura e vigliaccheria. Sara questo l’inizio di un allontanamento tra i due amici che diventerà definitivo quando Amir e il padre lasceranno l’Afganistan per gli Stati Uniti dopo l’invasione dei Russi.

Amir diventato scrittore negli Stati Uniti, perennemente perseguitato dal senso di colpa per il tradimento viene però richiamato da un amico in Afganistan per trovare il figlio di Hassan. Giunge coì per lui il momento di fare i conti con il passato e con i propri errori e di trovare con coraggio e sacrifici finalmente una redenzione. È una stoia avvincente ma scorrevole grazie ad una scrittura semplice e chiara. Mai noiosa perché brillantemente costruita. Vengono sapientemente mescolate la narrazione di un paesaggio e di un mondo strani ma nel contempo affascinanti ed a tratti familiari con l’analisi del tormento di un uomo che vive con la consapevolezza di aver compromesso la dignità della propria esistenza. Fortunatamente però la vita ci insegna che non è mai troppo tardi, a volte ci è consentito di tornare indietro per tentare di guadagnarsi un perdono.

Naturalmente gli elementi che danno vita e colore al libro e che rendono la narrazione più vivida sono dovuti al fatto che la storia si immerge nella cultura e nelle tradizioni afgane ben note allo scrittore perché parti integranti della sua cultura.

L’opera tanto ha entusiasmato pubblico e critica che nel 2007 è stata trasformata in film, diretto da Marc Forester, con il medesimo titolo “il cacciatore di acquiloni” (titolo originale: The Kite Runner), uscito in seguito in Italia nel 2008.

RASSEGNA PANORAMICA
Valutazione
Condividi
Articolo precedenteNotti in bianco e baci a colazione – Matteo Bussola
Prossimo articoloMio fratello rincorre i dinosauri – Giacomo Mazzariol
Khaled Hosseini

Chi è Khaled Hosseini

Khaled Hosseini, scrittore e medico statunitense, è nato a Kabul nel 1965 ed è il più vecchio di cinque figli. Suo padre era un diplomatico del ministero degli Esteri Afghano, e sua madre insegnava persiano e storia in un liceo femminile di Kabul.

Durante la scuola, Hosseini comincia a scrivere racconti. Hosseini e la sua famiglia vivono a Parigi quando dell'Afghanistan viene invaso dalla Russia nel 1980, così, invece di tornare a Kabul, gli venne concesso asilo politico negli Stati Uniti e si trasferirono a San Jose in California Nel 1984, Hosseini si diploma alla scuola superiore, con un inglese diventato quasi ormai perfetto. Mettendo da parte le sue aspirazioni da scrittore, Hosseini decide di proseguire i suoi studi nel campo della medicina. Nel 1989, si laurea presso la Santa Clara University in biologia e sì specializza al UC San Diego School of Medicine nel 1993. Lavora per tre anni nel reparto di medicina presso il Cedars-Sinai Medical Center, e come internista per tre anni a Los Angeles. Hosseini torna nel nord della California nel 1999, dove si unisce alla Permanent Grup Kaiser Medical. In quel periodo ritorna alla sua vecchia passione, quella della scrittura, compone racconti, alcuni dei quali pubblicati in varie riviste letterarie. Tra questi, una breve storia, iniziata nel 1997 e chiamata "Il cacciatore di aquiloni, la quale viene respinta da diverse testate giornalistiche, come il New Yorker, l’Atlantic Monthly, e l’Esquire. Da bambino, Hosseini lesse molti libri di letteratura persiana, insieme a traduzioni di romanzi occidentali. I ricordi di Hosseini del pacifico periodo pre-Sovietico dell'Afghanistan, come le sue esperienze con gli hazara afghani, lo hanno portato a scrivere il suo primo romanzo,” Il cacciatore di Aquiloni”.

Nel 2007 ha pubblicato il suo secondo libro intitolato “Mille splendidi soli” che, solo in Italia, ha venduto più di un milione di copie. Nel 2013 ha pubblicato “E l'eco rispose”, sempre con Edizioni Piemme. La casa di produzione di Steven Spielberg, DreamWorks, ha acquistato i diritti dei primi due romanzi, per trarne dei film Attualmente Khaled Hosseini vive nel nord della California con la moglie Roya, da cui ha avuto due figli: Haris e Farah

Acquista uno dei libri di Khaled Hosseini

Compra-su-Amazon