Il trono di spade: Libro primo delle cronache di Ghiaccio e di fuoco – George R. Martin

2245
Il trono di spade Libro primo delle cronache di Ghiaccio e di fuoco

Recensione di “Il trono di spade: Libro primo delle cronache di Ghiaccio e di fuoco”:

Il trono di spade: Libro primo delle cronache di Ghiaccio e di fuoco” di George R. Martin edito da Mondadori per la collana Oscar grandi best-seller è il primo volume della saga “Le cronache del ghiaccio e del fuoco”, al suo interno racchiude oltre” il trono di spade” anche “Il Grande inverno”.
Vol. I IL TRONO DI SPADE
Vol. II IL GRANDE INVERNO
Vol. III IL REGNO DEI LUPI
Vol. IV LA REGINA DEI DRAGHI
Vol. V TEMPESTA DI SPADE
Vol. VI I FIUMI DELLA GUERRA
Vol. VII IL PORTALE DELLE TENEBRE
Vol. VIII IL DOMINIO DELLA REGINA
Vol. IX L’OMBRA DELLA PROFEZIA

Il primo romanzo di una saga articolata e complessa, ma soprattutto in crescendo, un fantasy cupo e sanguinoso che si colloca perfettamente nel filone “Dark Fantasy” di cui Martin è uno dei maestri indiscussi; basti guardare il numero dei premi “Nebula” e “Hugo” vinti durante la sua carriera e la quantità di romanzi venduti al mondo.


855 pagine narranti I Sette Regni, mondo creato dall’autore, continente occidentale di Westeros, entità feudali governate dalle nobili case Baratheon,  Stark,  Lannister,  Arryn,  Tully,  Tyrell e Martell.

Un medioevo alternativo, con elementi fantasy ben distribuiti all’ interno della trama che rendono il romanzo realistico e credibile in ogni sua parte. Ogni capitolo è narrato attraverso il punto di vista di uno dei personaggi principali. Essi sono spesso ambigui sul piano morale, i temi trattati sono rivolti a un pubblico più adulto rispetto al fantasy tradizionale, con la violenza e la sessualità che rivestono un ruolo importante.

Un mondo dove estati e inverni possono durare intere vite, una calma apparente regna incondizionata, ma un immane conflitto sta per sconvolgere tutto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon, divenuto re dopo una guerra sanguinolenta e truce, in cui Targaryen, i signori dei draghi, venne spodestato. Ma il trono è ora di nuovo sotto minaccia: all’estremo Nord, la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei -sembra vacillare Pare che gli Estranei si siano estinti con il passare degli anni; ma se questa è la verità chi si nasconde tra le ombre delle foreste, rubando la vita o la ragione ai malcapitati da quelle parti? Occhi innaturalmente azzurri e gelidi conservano questo mistero. La lunga estate è al termine, l’inverno si avvicina e pare sarà lungo e gelido: solo qualcosa di inaspettato potrà portare luce nelle tenebre. Tra guerre e terribili assassini, intrighi, tradimenti e amori, magie e premonizioni il primo volume ci coinvolge trascinandoci in questo mondo e catturandoci senza via di fuga.

Nel settembre 2013 ha venduto più di 24 milioni di copie nel solo Nord America ed è stata tradotta in più di 20 lingue, grazie anche alla ribalta della trasposizione televisiva nella serie Il Trono di Spade (Game of Thrones).. Tra le molte opere derivate, oltre all’adattamento televisivo, vi sono alcuni racconti spin-off, fumetti, giochi e videogiochi.

RASSEGNA PANORAMICA
Valutazione
Condividi
Articolo precedenteL’occhio del fotografo – Micheal Freeman
Prossimo articoloCinquanta sfumature di grigio – E. L. James
George Raymond Martin

Chi è George Raymond Martin

George Raymond Martin, è nato il 20settembre 1948 a Bayonne (New Jersey) . Figlio di immigrati italiani negli Stati Uniti. Il padre Raymond Collins Martin era un operaio portuale e viveva con la moglie Margaret Brady Martin, ledue figlie, Darleen Martin Lapinski e Janet Martin Patten e Raymond, successivamente battezzato Richard, vicino all'approdo di Bayonne.

Durante gli studi rivelò ben presto il suo talento per la scrittura. I suoi autori preferiti che influenzarono più profondamente il suo stile, secondo le affermazioni dello stesso Martin, furono i classici della letteratura fantastica letti durante l'adolescenza: da un lato H.P. Lovecraft e dall'altro J.R.R. Tolkien. Durante gli studi superiori s'interessò ai fumetti che divennero la sua prima esperienza letteraria collaborando con riviste amatoriali del settore.

L'esordio professionale, comunque, risale al 1970, anno in cui Martin vendette alla rivista Galaxy il racconto The Hero, pubblicato poimodifica wikitesto nel febbraio del 1971. Sempre nel 1970, Martin si laureò B.S. (Bachelor of Science) con il massimo dei voti in giornalismo presso la Northwestern University di Evanston (Illinois) e, nell'anno seguente, completò gli studi con M.S. (Master of Science) presso la stessa università. Dal 1976 al 1978 lavorò come insegnante di giornalismo presso il Clarke College di Dubuque (Iowa). Nel 1975 si sposò con Gale Burnick da cui poi divorziò nel 1979, senza aver avuto figli; in questo periodo, si dedicò solamente part-time alla scrittura, in ambito giornalistico e letterario. Nel 1975 ricevette il primo importante riscontro: il suo Canzone per Lya conquistò il prestigioso Premio Hugo quale miglior racconto dell'anno ed in seguito il Premio Locus e il Premio Nebula per Re della sabbia nella categoria miglior racconto breve.

Negli anni ottanta i romanzi e i racconti di Martin ricevettero ulteriori premi e segnalazioni. Tra di essi si distinguono in particolar modo i romanzi Il pianeta dei venti del 1980, Il battello del delirio del 1982, Armageddon Rag del 1983 e la lunga serie di Wild Cards (il primo volume è del 1986), un mondo condiviso di ambientazione supereroistica di cui Martin è sia curatore, sia autore di alcuni dei racconti.Nel 1986 decise di trasferirsi a Hollywood dove collaborò con la CBS per lo sviluppo di svariate serie per la TV. Lavorò come sceneggiatore per la serie Ai confini della realtà. La CBS gli affidò la consulenza delle sceneggiature de La bella e la bestia, per cui lavorò fino al 1989 arrivando a ricoprire il ruolo di produttore della serie. In seguito abbandonò Hollywood per ritornare a dedicarsi a tempo pieno alla carriera letteraria, stanco delle restrizioni imposte al suo talento di scrittore dai meccanismi produttivi delle major.

Dal 1991 Martin iniziò a scrivere quella che sarebbe poi diventata la serie high fantasy A Song of Ice and Fire (Cronache del ghiaccio e del fuoco), ispirata alla Guerra delle Due Rose e a Ivanhoe, comprensiva, nell'edizione americana, di sette volumi. Il primo, Il gioco del trono (A Game of Thrones), fu pubblicato nel 1996. Nel novembre 2005, Il banchetto dei corvi (A Feast for Crows), il quarto romanzo di questa serie, venne conclamato dal The New York Times come bestseller n. 1, e raggiunse il primo posto anche nella classifica dei bestseller del Wall Street Journal. Inoltre, nel settembre 2006, Il banchetto dei corvi fu candidato sia a un Quill Award che a un British Fantasy Award. Il quinto libro, A Dance with Dragons (pubblicato in italiano in tre volumi: I guerrieri del ghiaccio, I fuochi di Valyria e La danza dei draghi), è stato pubblicato nel luglio 2011, diventando rapidamente un bestseller internazionale. Il romanzo ha vinto il Locus Poll Award come miglior romanzo fantasy. Della stessa serie sono in programma altri due romanzi non ancora scritti. La HBO Productions acquistò i diritti televisivi per l'intera saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco nel 2007 e iniziò a trasmettere la serie fantasy sul suo canale via cavo premium degli Stati Uniti il 17 aprile 2011. La seconda stagione di dieci episodi, basata sul secondo romanzo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, Lo scontro dei re (A Clash of Kings), iniziò a trasmettere il 1º aprile 2012, sempre sul canale dell'HBO statunitense. La stagione ha vinto sei Emmy Award nelle categorie sulle arti tecniche.

La prima stagione di 10 episodi è stata candidata anche al premio Hugo del 2012, il più antico premio del fantasy e della fantascienza, presentato dalla World Science Fiction Society ogni anno, durante l'annuale Worldcon.

Intervista a George Raymond Martin

Acquista uno dei libri di George Raymond Martin

Compra-su-Amazon