Scusate il disordine – Luciano Ligabue

738

Il nuovo libro di Luciano Ligabue “Scusate il disordine” edito da Einaudi e uscito il 10 maggio, contenente 16 racconti è immediatamente balzato in cima alle classifiche, anche sui maggiori portali di libri online: infatti, è subito risultato il più richiesto nelle classifiche di Ibs.it e dei best-seller di Amazon, dove ha raggiunto il primo posto. E un libro cha a quanto pare piace non solo ai fan del musicista ma chiunque abbia voglia di leggere qualcosa di piacevole, scorrevole e dinamico come la musica di Ligabue. Musicista da diversi decenni, 19 album e circa 30 milioni di copie vendute, scrive questi racconti ambientandoli in una cornice surreale, con fervida immaginazione e una continuità che se pur non così evidente, li lega l’uno all’altro in modo magistrale, con un filo sottile che non poteva mancare: la musica.

La musica in tutte le sue sfumature, come un incontro amoroso, indomabile perché bella solo se ci si abbandona privi di ogni aspettativa e pregiudizio.

Tasso è un uomo con un piolo conficcato in testa, un po’ lento, ma molto sensibile alle attenzioni della signora Pilar. Anchise è disposto a pagare di tasca propria per poter continuare a suonare ogni sabato con la sua band, e scambiare quello sguardo di profondissima intesa con Diana, la bassista, prima che lei torni dal marito. E poi c’è una Polaroid che a un certo punto comincia a catturare non solo le immagini ma anche i pensieri, e una sala d’attesa in cui perdere la cognizione del tempo mentre aspetti invano che l’Assegnatore chiami il tuo numero

Per la promozione del libro, Einaudi ha pensato alla pubblicazione on-line, prima dell’uscita di due book trailer in cui nel primo Ligabue legge il racconto “Festival” mentre nella seconda, racconta l’inizio di un concerto: “Si apre il sipario. L’urlo che ti arriva è da stadio più che da teatro. Non riesci a pensare al diaframma né alla respirazione né a nient’altro che ti aiuti a cantare meglio. Canti. Eccomi qua, pensi. Eccovi qua” mentre vediamo il cantante muoversi dietro le quinte di un teatro e raggiungere la sua chitarra al centro del palco, prima che il sipario si apra. Oltre ai due video la casa editrice ha pensato si svelare in aggiunta due citazioni con cui Luciano Ligabue introduce i 16 racconti:

L’immagine che abbiamo l’uno dell’altro. Strati e strati d’incomprensione. L’immagine che abbiamo di noi stessi. Vana. Presuntuosa. Completamente distorta

Tratta da “Pastorale americana”, di Philip Roth, scrittore americano che vinse con questa, il Premio Pulitzer per la narrativa nel 1998.

Chi prende in mano un violino, o qualunque altro strumento musicale, compie un gesto di speranza che comporta il desiderio di un futuro”,

Tratta da “La ballata di Adam Henry” del 2014 dell’autore inglese Ian McEwan.

Ligabue al Salone Internazionale del Libro 2016 presenta “Scusate il disordine”.

RASSEGNA PANORAMICA
Valutazione
Condividi
Articolo precedenteCaffè amaro – Simonetta Angello Hornby
Prossimo articoloL’amica geniale – Elena Ferrante
Luciano Riccardo Ligabue

Chi è Luciano Riccardo Ligabue

Luciano Riccardo Ligabue, nato a Correggio il 13 Marzo 1960 è cantautore, chitarrista, regista poeta, sceneggiatore e scrittore italiano. Conosciuto al grande pubblico come Ligabue o il Liga è uno degli artisti più eclettici del paese. Con più di 14 album (fra inediti, live, colonne sonore e raccolte), musicali pubblicati e osannati da pubblico e critica, due film di cui è il regista, autori di racconti, romanzi, raccolte di poesie anch’essi molto apprezzati; oltre 25 anni di carriera, più di sessanta premi per ciò che concerne la sua attività musicale, cinque premi per quanto riguarda l'attività di scrittore e infine dieci onorificenze per la sua attività cinematografica “Ligabue” è sicuramente uno dei massimi personaggi del panorama artistico italiano.

Ottiene uno dei suoi primi successi con la raccolta di 43 racconti, pubblicata nel 1997, intitolata “Fuori e Dentro il Borgo” per la quale subito arrivano subito i primi riconoscimenti dal mondo editoriale, attraverso il premio “Elsa Morante” e il premio “Citta di Fiesole”.

Il suo primo romanzo “La neve se ne frega” pubblicato nel 2004, riscuote autorevoli consensi e conferma Ligabue come scrittore, con la vendita di 200.000 copie vendute, e il consenso di innumerevoli autorità del campo editoriale.

Nello stesso anno Luciano Riccardo Ligabue, riceve presso l’Università di Teramo la laurea ad honoris causa in Editoria, Comunicazione multimediale e Giornalismo. Durante la cerimonia, tiene una lectio magistralis nella quale cerca di trasmettere il significato del suo “fare“ arte attraverso musica, scrittura e cinema , assegnando all’intervento il titolo “Il tempo dell’ emozione”.

Segue la pubblicazione di diverse opere qui sotto riportate assieme a quelle già nominate:
  • Luciano Ligabue, Fuori e dentro il borgo, Milano, Baldini & Castoldi, aprile 1997 raccolta di racconti
  • Luciano Ligabue, La neve se ne frega, Milano, Feltrinelli, maggio 2004
  • Luciano Ligabue, Lettere d'amore nel frigo, Torino, Einaudi, 2006 raccolta di 77 poesie, alcune delle quali lette da Ligabue durante il tour teatrale del 2006
  • Luciano Ligabue, Il rumore dei baci a vuoto, Torino, Einaudi, aprile 2012. - raccolta di racconti
  • Luciano Ligabue, Scusate il disordine, Torino, Einaudi, maggio 2016 - raccolta di racconti

Pillole dal Salone del libro: Luciano Riccardo Ligabue tra letture e musica

Acquista uno dei libri di Luciano Riccardo Ligabue

Compra-su-Amazon