Notti in bianco e baci a colazione – Matteo Bussola

1840

Recensione di “Notti in bianco e baci a colazione”:

Notti in bianco e baci a colazione è una delle grandi novità del 2016, in questo libro l’autore apre letteralmente il suo cuore al lettore cercando di spiegare al meglio le sensazioni provate nella felicità delle piccole cose quotidiane. Matteo Bussola si presenta come una persona normale, “uno di noi”, che realizza e riflette sul valore della semplicità e dell’importanza di non perdere nemmeno un minuto, perché la vita è splendida.

“Di lavoro faccio il padre. Di professione disegno i fumetti. Per passione, scrivo. La professione dei fumetti l’ho imparata disegnando. Il lavoro di padre facendolo, ma con tre ottime insegnanti: le mie figlie che hanno nove, cinque e tre anni. La scrittura, in un certo senso, è sempre stata lì. Ho qui messo insieme le cose, scegliendo per una volta di disegnare solo con le parole. Questo libro è una specie di diario. (…) Le mie figlie alimentano me e mi ricordano che essere padre significa vivere in bilico tra la responsabilità e l’abbandono, tra la forza e la tenerezza. E che questo vale per tutto. Il resto viene di conseguenza.”

(M. Bussola da “Notti in bianco e baci a colazione”)

Matteo, l’autore e protagonista del romanzo, è un uomo, un padre e un lavoratore (fa il disegnatore) che ha fatto della sua pagina personale sul social network di Facebook una finestra sulla sua vita emozionando oltre 30.000 fan. La sua è un’esistenza semplice e regolare ed è proprio per questo che è facile trovarsi nelle sue bellissime parole e risulta quasi spontaneo essere partecipi e attivi nelle discussioni online. La vita è meravigliosa, può essere difficile in certi momenti, ma è un dono e quindi è sempre opportuno anche degli angoli più bui cogliere l’aspetto positivo. In un mondo tutt’altro che roseo, com’è quello del web, Matteo Bussola emerge proprio per la sua positività, per l’amore espresso e per la sua sincera emotività. Dalla pagina sul web ben presto, dato il grande seguito, le sue parole diventano stampate su carta con una pubblicazione di Einaudi.

Le sue parole sono palpabili, vive, sentite e questo fa sì che le emozioni che suscita siano intense: leggendo Matteo Bussola non potrete non ritrovarvi con un sorriso stampato sulla faccia, vi rallegra la giornata e fa sentire vivi e grati di essere al mondo. Le riflessioni sulla quotidianità, sulla vita familiare, sul lavoro, sull’attualità sono leggere e profonde allo stesso tempo, ma mai banali. La lettura scorre rapida e sciolta per una lettura di puro piacere personale.

Il confronto con il mondo dei bambini è sorprendente ed emozionante: Matteo Bussola anche se è padre di tre figlie (Melania, Virginia e Ginevra) e quindi ha anche volendo una certa esperienza in merito, ha uno sguardo che si mostra stupito e fiducioso verso le piccole e le loro esplorazioni della vita. L’autore traduce in parole scritte le emozioni delle piccole cose quotidiane dell’essere padre come un pianto che si trasforma in sorriso, domande a cui è difficile dare una risposta, brevi tragitti in auto che si tramutano in discussioni filosofiche e aneddoti divertenti: apparenti scontatezze che danno il senso alle cose.

RASSEGNA PANORAMICA
Valutazione
Condividi
Articolo precedenteCinquanta sfumature di grigio – E. L. James
Prossimo articoloIl cacciatore di aquiloni – Khaled Hosseini
Matteo Bussola

Chi è Matteo Bussola

Matteo Bussola nasce a Verona nel 1971 e tuttora vi risiede con la moglie e le tre figlie. Laureatosi in architettura, lavora come progettista edile e pratica per piacere, e come secondo lavoro, l’arte del disegno dei fumetti. Ben presto, a 35 anni, decide che questa seconda attività sarà il suo impiego principale, così inizia a lavorare a tempo pieno con la casa editrice Aurea, con la Star Comics, con la Soleil e per la Humanoides Associés. Nel 2007 scrive a quattro mani con la moglie Paola Barbato il web-comic “Davvero” pubblicato anche cartaceo. Nel 2012 lo vediamo all’opera con la Bonelli Editore per la serie “Adam Wild”. L’autore emerge in un primo momento sul social network di Facebook, dove trasforma la sua pagina personale in una finestra sulla sua vita privata. La sua pagina diventa ben presto un libro stampato: nel 2016 Einaudi pubblica “Notti in bianco e baci a colazione”, pubblicato anche in Francia, in Germania e in Spagna.

Attraverso il web e nell’opera, Matteo Bussola racconta aneddoti e fatti quotidiani della sua vita familiare e lavorativa e lo fa in maniera spontanea, sincera e semplice. Proprio in questa sua semplicità sta il suo fascino: il lettore, dal web alla carta stampata, viene coinvolto nel racconto perché si sente partecipe delle emozioni e delle cose quotidiane di una persona normale. Anche se non si tratta di un padre, si tratterà di un figlio e quindi si ritroverà in molte delle cose narrate dall’autore. Le vicende e le emozioni vengono raccontate da Matteo Bussola come se si stesse a parlare davanti ad un caffè, con spontaneità e leggerezza della vita normale.

La scrittura di Matteo Bussola scorre fluida e piacevole, in un alternarsi di leggerezza e profondità improvvisa, passando dalla descrizione sentimentale, rispetto a degli avvenimenti o a delle parole, alla frivolezza di piccole cose apparentemente scontate, ma che in realtà non sono mai banali. Tutto questo appare in maniera molto chiara, per esempio dalla lettera che l’autore ha pubblicato online per il cantante Fedez richiedendogli un autografo per la figlia primogenita sua grande fan. Lettera che ha riscosso un enorme seguito e like sul social, dando sicuramente una decisa spinta all’autore. Per la cronaca Fedez ha successivamente inviato a Virginia, la figlia di Bussola, un autografo.

Acquista uno dei libri di Matteo Bussola