La via del male

840
la via del male

Recensione di “La via del male”:

«Per le strade ghiacciate e fangose di Londra si aggira zoppicando un eroe di cui sentiremo parlare a lungo. L’eroe giusto per i nostri tempi».

Antonio D’Orrico, Corriere della Sera

«Robert Galbraith scrive con l’inchiostro del buio, disegna immagini fra le parole, costruisce un romanzo come un architetto del tempo».

Donato Carrisi, autore del Suggeritore

“La via del Male” di Robert Galbraith pseudonimo della famosissima J.K Rowling, edito da Salani è la terza puntata della saga Cormoran Strike, successo planetario che ha coinvolto migliaia di lettori appassionati di thriller e non. Sembra che il titolo del libro sia ispirato ai Blu Oyster Cult’s ed alle loro canzoni; i riferimenti compaiono in tutto il libro.
L’investigatore privato Cormoran Strike è tornato!Veterano della guerra in Afghanistan,ex investigatore della SIB, ed ora investigatore privato, affiancato dalla sua assistente Robin Ellacott, si trova questa volta invischiato in un mistero su soldati di ritorno dalla guerra. Un pacchetto misterioso viene consegnato ad Ellacott, contenente la gamba mozzata di una donna, accompagnato da una nota che cita una canzone degli Blue Oyster Cult “Padrona del salmone Salt (Calce Girl)”, l’assistente inorridisce, mentre il nostro detective, non fa una piega, ma non per questo vede la vicenda meno allarmante. Riflettendo sull’accaduto, Cormoran arriva alla conclusione che solo quattro persone del suo passato potrebbero esserne responsabili, e solo uno di questi sarebbe in grado di un atto così truce. E mentre le indagini si focalizzano su uno solo dei sospettati, colui che Strike stesso comincia a pensare sia l’innocente, lui e Robin si inoltrano nelle spesse nebbie oscure dell’animo degli altri tre sospettati.
Il tempo stringe.
Se nelle due prime opere l’autore ci ha condotti nel mondo delle celebrità e nel campo editoriale, in questa puntata ci troviamo immersi nella mente problematica di uno sociopatico descritta con attenzione e meticolosità, il tutto arricchito di dettagli che rendono l’antagonista ancora più mostruoso.

Dopo Il richiamo del cuculo (Salani, 2013) e Il baco da seta (Salani, 2014) non solo è capace di coinvolgerci in una storia intricata e appassionante, ma ci prepara ad un colpo di scena; d’obbligo per una scrittrice del suo calibro. Una nuova puntata, di questa avvincente serie poliziesca, che ci conferma il suo indiscusso talento e che è stata presa sul serio a livello planetario.

RASSEGNA PANORAMICA
Valutazione
Condividi
Articolo precedenteI compiti vanno in vacanza. Il disfa-libro per la primaria. Classe prima
Prossimo articoloIdea, progetto, innovazione
J.K Rowling

J.K Rowling

J.K Rowling (alias Robert Galbraith) è nata a Chipping Soundry, Inghilterra, il 31 luglio 1965 Frequenta la scuola elementare di San Michele nel Gloucestershire, prima di trasferirsi a Chepstow, nel Galles del Sud all'età di nove anni. Fin da piccola il suo desiderio era quello di diventare una scrittrice. Ha provato svariate volte senza però ottenere grandi risultati. Nella sua biografia ricorda con affetto quando il suo grande amico Sean, fu la prima persona a rassicurarla su fatto che un giorno sarebbe diventata una grande scrittrice. Dopo aver terminato gli studi i genitori la incoraggiarono a studiare francese, invece che l’inglese da lei tanto amato. Trascorse un anno a Parigi dove si laureò, per poi proseguirà a Londra dove ebbe il suo primo impiego. Uno dei lavori che le piacque di più, fu quello per Amnesty International: società che si batte contro la violazione dei diritti umani in tutto il mondo. Nel 1990 J. K Rowling concepì l’idea del personaggio che la porta ad oggi ad essere famosa in tutto il mondo; Harry Potter. Ricorda che fu durante. Un lungo viaggio da Manchester a Londra, che nella sua mente cominciarono a delinearsi i personaggio della fortunata serie. Nel1991 J.K Rowling lasciò l’Inghilterra per trasferirsi in Portogallo dove aveva trovato un lavoro come insegnante. Qui conobbe il suo primo marito, Jorge Arantes, con il quale ebbe una figlia, Jessica. Tuttavia dopo un paio di anni si lasciarono. Nel Dicembre 1993la Rowling tornò nl Regno Unito e si trasferì ad Edimburgo dove cerco di terminare il suo primo libro. Sostenuta da assegni famigliari, riuscì a fare la madre single. Scrisse per giorni, seduta in un bar con la sua bambina che dormiva. Tento di vendere il libro “La pietra filosofale”, mettendoci un anno prima di trovare uno. Bloomsbury accetto di pubblicarle il libro e le verso un anticipo di 1.500 sterline. Nel 1996, dopo poche settimane dalla pubblicazione, il libro comincio a decollare. In poco tempo, le prime copie del libro, che erano rivolte alle biblioteche, acquistarono un valore di 25.000 sterline l’una. Ricevette una borsa di studio dal Scottisch Arts Council che le permise di scrivere a tempo pieno. Dopo il successo iniziale nel Regno Unito una società americana ne acquistò i diritti per la pubblicazione negli Stati Uniti per una somma pari a 100.000 sterline. Nel 1998 la Warner Bros se ne assicurò i diritti cinematografici rendendo Harry Potter, non solo un capolavoro letterario ma anche multimediale. Terminata la serie di otto volumi dedicata ad Harry Potter, nel Settembre 2012 J.K Rowling pubblicò il suo primo romanzo per adulti “Vacancy Casual”. Nel 2013 segue “Il richiamo del cuculo”. Inizialmente, l’autore indicato fu un certo Robert Galbraith, che a breve si scopri essere solo uno pseudonimo. Dopo la dichiarazione di maternità le vendite schizzarono alle stelle. A giugno del 2014 Robert Galbraith torna con il giallo Il baco da seta, sempre con protagonista l'investigatore Cormoran Strike, pubblicato in Italia il 9 ottobre 2014 da Salani. Ad ottobre del 2015viene pubblicato il terzo romanzo della serie, La via del male, uscito nelle librerie italiane il 9 giugno 2016, edito sempre da Salani.

Intervista ad J.K Rowling

Acquista uno dei libri diJ.K Rowling

Compra-su-Amazon